L’ ORTOPEDICO MI HA DETTO DI PRENDERE IL LATTICE

By | gennaio 31, 2016

3954L’ ORTOPEDICO mi ha detto che per i miei problemi devo prendere il materasso in lattice.

Il vostro Ortopedico, Fisiatra o Fisioterapista ha certamente a cuore la vostra salute e ha tutte le intenzioni di darvi un buon consiglio ma, con tutto rispetto, di Materassi ne sa quanto voi se non meno.

Conosce alla perfezione quali sono le vostre patologie e le vostre esigenze ma non ha, comprensibilmente, la minima idea di quale possa essere il Materasso in grado di soddisfarle. Non è assolutamente a conoscenza di quali sono le attuali proposte che il mercato offre e delle prestazioni degli attuali materassi. E’ normale, non è il suo lavoro. Ma capisco perfettamente che il suo consiglio possa influenzare notevolmente la vostra scelta.

Generalmente consiglia il materasso in lattice, per sentito dire, che un negozio di materassi, degno di tale nome, non vende da almeno 5 anni. Di recente ha iniziato a consigliare il Memory che nei negozi invece si vende da 15 anni quando lui ancora consigliava il “materasso ortopedico” che era una cosa molto simile ad un pavimento in marmo.

Il problema principale è che loro ai vostri occhi sono professionisti e il loro consiglio, seppur sbagliato e superficiale, vi appare come autoritario e disinteressato. Il povero cretino che invece vende tutti i giorni materassi appare come un venditore assetato del vostro denaro che consiglia solo quello che più gli conviene.

E’ un problema tutto Italiano. La figura del venditore nel nostro paese è sempre stata mal vista in quanto si fatica comprendere  il fatto che chi vende un prodotto che richiede una certa consulenza, come nel caso del materasso, possa avere anche a cuore il vostro bene e la vostra soddisfazione. Tendenzialmente si pensa che un venditore abbia come unico scopo quello di incularvi. Il dottore laureato da 150,00 euro l’ ora invece no. Lui vuole solo vostro bene.

Per carità non che non ci siano imbroglioni nel commercio ma generalmente non hanno un negozio fisico che campa della propria fama. Specialmente in questi ultimi anni in cui non basta tirar su la serranda per campare.

Un venditore di materassi è per prima cosa un Consulente. Non ha preso una laurea in “materassologia”, anche perché non esiste una scienza esatta su come si debba scegliere il materasso, ma ogni giorno interpreta le esigenze di ogni tipo di cliente e in base alla conoscenza che ha dei suoi prodotti (possibilmente aggiornati e al passo con le ultime tecnologie) è in grado di darvi il giusto consiglio per farvi riposare bene davvero.

Ho avuto diversi ortopedici, fisiatri, medici ecc… come clienti e vi assicuro che la loro scelta non è stata più semplice di qualunque altra persona. Hanno dovuto resettare anche loro tutte le loro credenze confrontandosi con me e le nuove tipologie di materasso presenti oggi sul mercato. Sapere e capire quali sono le vostro esigenze mentre si dorme è l’ unica cosa che conta. Trovare invece il tipo di materasso che le può soddisfare è un lavoro che può fare solo un buon consulente in materassi.

Per cui fate tesoro dei consigli del vostro terapista ma l’ ultima parola lasciatela a chi magari di medicina capisce poco ma è esperto nel suo lavoro per esperienza diretta sul campo.

Ciao!

Antonio Chimenti

 

“© www.materassoperfetto.com – tutti i diritti sono riservati vietata la riproduzione totale o parziale dei contenuti”

 

3 thoughts on “L’ ORTOPEDICO MI HA DETTO DI PRENDERE IL LATTICE

  1. Mike

    Buonasera,
    sarebbe utile una collaborazione tra i vari protagonisti, Ortopedici, Fisiatri, ecc., da una parte, e Produttori, Rivenditori, dall’altra, che portasse ad uno scambio reciproco di informazioni!

    Reply
  2. Antonio Chimenti Post author

    Mike più di una volta mi sono confrontato con i vari professionisti anche in alcuni corsi di formazione e alle mie domande su quale materasso fosse più giusto per determinate patologie non hanno saputo dare alcuna risposta esaustiva.
    Loro stessi quando vengono a comprare il materasso per casa loro non sanno quali siano le loro reali preferenze ed esigenze. Per questo molte volte rimango titubante davanti a queste collaborazioni.
    Anche se ascolto sempre molto volentieri i loro pareri e ne faccio tesoro.

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *