IL CONSULENTE COMPETENTE IN MATERASSI – 5 trucchi per capire se ci capisce davvero!

By | novembre 17, 2015

33013_081115

Dunque nel precedente articolo dicevamo che trovando un CONSULENTE COMPETENTE ED ESPERTO in MATERASSI siamo già a metà dell’ opera.

Ma come faccio a capire se è davvero un esperto e se ha davvero a cuore le mie necessità?

La prima cosa a cui stare attenti è il primo approccio.Un buon Consulente se ha davvero a cuore le vostre esigenze prima di partire e farvi lo spiegone dei suoi eccezionali articoli VI ASCOLTA per apprendere le vostre reali esigenze.

Non vi siete mai visti prima ed essendo la scelta del materasso per buona parte soggettiva se non indaga sulle vostre abitudini ed esigenze non può sapere da dove partire.

O LO FARA’ A CASO 

E questa è la peggiore delle ipotesi che vi può capitare è sarà estenuante perché dopo aver provato 6/7 modelli diversi e tutti più o meno comodi andrete in tilt senza capire più un tubo!Un po’ come quando andate in profumeria e vi spruzzano addosso un profumo dopo l’ altro. Non so se ho reso l’ idea….

Avrete perso un sacco di tempo, avrete le idee ancora più confuse e peggio ancora inizierà a farsi breccia in voi l’ idea che “forse forse” sarebbe meglio comprare il materasso meno costoso di tutti…. così da limitare i danni (perlomeno quelli economici) in caso la scelta si rivelasse sbagliata.

Niente di tutto questo deve accadere! Un Consulente Esperto è in grado con alcune domande mirate di escludere buona parte dei materassi presenti nel suo Shoow Room iniziando a selezionare nella sua testa 2 massimo 3 modelli su cui farvi sdraiare per poi capire in base alle vostre sensazioni quale consigliarvi.

Se il venditore di materassi che avete di fronte inizia facendovi queste semplici 5 domande è già un buon segno!  probabilmente oltre ad essere un venditore  è anche un buon CONSULENTE:

  1. Che materasso utilizzate attualmente e da quanto tempo?
  2. Che tipo di letto avete.Con o senza contenitore e con quale tipo di doga?
  3. Che posizione assumete maggiormente durante il sonno? (se ce n’è una in particolare).
  4. Se avete patologie particolari alla colonna vertebrale e/o allergie di cui tenere conto.
  5. Il vostro Budget

Queste semplici domande iniziali vi fanno capire che la persona che avete davanti ha buone probabilità di essere in gradi di consigliarvi il giusto materasso per voi.Proprio perché sta indagando sulle vostre esigenze ed abitudini.

Vediamo velocemente perché sono domande importanti:

  1. Il materasso che attualmente utilizzate è l’ unico parametro che avete per valutare  quali sono le caratteristiche che vi piacciono e quelle che al contrario non vi piacciano per niente.Se lo avete da molti anni avrete ormai assunto delle abitudini (anche sbagliate) di cui dovete tenere conto.Stravolgerle potrebbe essere abbastanza traumatico ed è importante esserne a conoscenza per affrontare serenamente un periodo di riadattamento a nuove abitudini più corrette.
  2. il tipo di letto con contenitore orienterà la scelta su tipologie di materasso più traspiranti possibile che abbiano un buon riciclo d’ aria all’ interno sfavorendo ristagni di umidità che rovinerebbero il materasso dopo poco tempo.E’ importantissimo che il materasso vada messo sulla giusta rete a doghe !Un abbinamento sbagliato può compromettere la prestazione del materasso e anche danneggiarlo irrimediabilmente.
  3. La posizione assunta è altrettanto importante perché il vostro corpo non è un cilindro ma ha delle forme che cambiano in base a come vi girate.Sul fianco ovviamente le sporgenze di spalla e fianco saranno maggiori e troveranno più comodità su materassi più soffici.
  4. Ernie, discopatie ed infiammazioni in genere trovano un po’ di sollievo su materassi che creano poca pressione nelle zone interessate.Il materasso non sarà mai curativo ed un Consulente di Materassi non è un medico ma in base ad esperienze analoghe alle vostre può consigliarvi la tipologia più adatta a voi.
  5. Parlare di soldi crea sempre un certo imbarazzo sia a voi che al vostro Consulente quindi toglietevi subito il dente e dichiarate apertamente l’ idea di spesa che avete in mente in modo che vi possiate focalizzare sulla scelta del materasso nel modo più sereno possibile.Un Consulente come si deve ve lo chiederà sicuramente prima di farvi qualsiasi proposta in modo da liberarvi da questo imbarazzo concentrandosi sulle vostre esigenze.

Questi sono dunque alcuni  piccoli ma importanti dettagli a cui stare attenti per capire se la persona che avete di fronte è molto probabilmente un Consulente  Esperto che parte dalle vostre esigenze e non dalle super doti dei Materassi  che vende.

Alla prossima!

Antonio Chimenti.

 

“© www.materassoperfetto.com – tutti i diritti sono riservati vietata la riproduzione totale o parziale dei contenuti”

 

 

 

4 thoughts on “IL CONSULENTE COMPETENTE IN MATERASSI – 5 trucchi per capire se ci capisce davvero!

  1. PANTALONE-27

    Meno male che per puro caso non sono andato in un centro giorno e notte , ho sentito dire che volevano imporre modelli costosi diversi da quelli pubblicizzati. Poi da una mia ricerca ho visto solo lattice e molto memory, che non sono adatti a tutti come le molle. Fermo restando che vi sono tanti diversi modelli come ho appreso , sia di memori che a molle Una curiositaì , come primo impatto ad un soggetto che pesasse 94 kg e m 1,80 di altezza che ha sempre dormito sui materassi a molle , consigliereste un buon molle indipendenti ? Grazie Pantalone .

    Reply
    1. Antonio Chimenti Post author

      Ciao Pantalone!
      Sicuramente l’ elasticità e la reattività delle molle sono un valore aggiunto per corporature robuste o per chi ha qualche difficoltà di movimento.
      E’ importante sempre però provarli nella posizione sul quale si dorme maggiormente facendo attenzione che la spalla ed l’ anca siano accolte sufficientemente senza subire eccessiva pressione.
      Non è purtroppo sufficiente dare consigli categorici solo in base al peso e all’ altezza di una persona. 94 kg ben distribuiti su 1,80 mt non sono un peso così eccessivo.
      Se invece sono concentrati maggiormente sulla pancia cambia.
      Cmq in linea di massima posso dirti che un buon molle indipendenti può soddisfare le tue esigenze garantendoti un ottimo comfort e durata nel tempo.
      Non dimenticare di dare la giusta importanza anche alla rete a doghe!

      Buona scelta! 😉

      Reply
  2. Sarah

    Buonasera, Antonio.
    Forse lei può aiutarmi a capire se per un materasso tipo di Kuschelmed de Luxe della Falomo, in Acquatech, è più indicata una rete a doghe oppure una a doghe con piattelli. Visto che ho scelto un materasso abbastanza tecnico, mi pare siano più indicate le reti a piattelli ma non ne sono sicura.
    La ringrazio. Sarah

    Reply
    1. Antonio Chimenti Post author

      Buonasera Sarah,
      una rete a doghe con piattelli sotto la spalla migliora di molto l’accoglienza e la rende più precisa.
      La lastra del Kuschelmed ha già di per una buona accoglienza e lavorerebbe bene anche su una doga normale ma se dormi sul fianco ed hai le spalle abbastanza larghe
      i piattelli possono darti un ergonomia ancora più perfetta! 😉

      Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *