GARANZIA E POST VENDITA…Questi Temibili Sconosciuti

By | gennaio 24, 2016

GARANZIA E POST VENDITA: Cosa coprono e in cosa ci tutelano?

Una domanda molto frequente che ricevo da parte dei clienti è: “Ma questo materasso quanti anni ha di garanzia?”

Pensando che la garanzia sia strettamente legata alla qualità e alla durata del materasso. Non è così. Un materasso di bassa qualità può durare lo stesso diversi anni senza dare cenni di cedimento. Il problema è come ci fa dormire durante questi anni. Da schifo.

La vera qualità di un materasso non è la sua durata ma la sua prestazione e il fatto che questa rimanga costante negli anni.

Fatta questa piccola premessa quello che poi faccio sempre notare ai miei clienti è che la GARANZIA non è una certificazione di prestazione o di “comodità. Non ci tutela riguardo la nostra personale soddisfazione che avremo dalla resa del materasso

La Garanzia, per legge, copre i DIFETTI DI FABBRICAZIONE. Punto. Non è ne una Garanzia di durata ne di soddisfazione del prodotto.

Se un materasso ha un difetto legato al processo produttivo viene fuori dopo pochi mesi, massimo un anno. Per cui  dare 10 o più anni di Garanzia è un’ assurdità legata ad una pura leva commerciale  in quanto dopo 5-6 anni, essendo il materasso un articolo soggetto ad usura (non è un soprammobile), potrebbe presentare avvallamenti dovuti ad una cattiva manutenzione per cui non riconducibili a difetti di fabbricazione

Sui libretti di Garanzia infatti è sempre ben specificato che:

  • Avvallamenti fisiologici dovuti alla normale usura del prodotto non sono coperti da garanzia.
  • Anche la più piccola macchiolina presente sulla fodera fa decadere la stessa.

Portereste mai un capo di abbigliamento o un paio di scarpe dopo 5 anni nel negozio dove lo avete acquistato reclamando un difetto? Immagino di no. E considerate che un maglione non lo mettete tutti i giorni per 7-8 ore di fila.

Chissà perché quasi sempre i materassi più economici sono quelli che godono di garanzie decennali? Lascio a voi intuire la risposta.

Un buon materasso messo su una rete a doghe adeguata oltre a farci dormire bene non ci darà problemi di alcun tipo per i prossimi 8-10 anni. Se dovesse avere realmente un difetto di fabbricazione, ripeto,  verrebbe fuori entro massimo 1 anno di utilizzo. Per cui non lasciatevi attirare da garanzie ventennali, sono più che sufficienti i 2 anni dovuti per legge.

Un altro aspetto invece più importante della GARANZIA è l’ ASSISTENZA POST-VENDITA.

Qui entra in gioco la professionalità del venditore dal quale avete comprato il materasso e la sua volontà di voler soddisfare richieste ed esigenze che si possono presentare dopo la vendita.

Qui nulla è dovuto “per legge” ma se avete riposto la vostra fiducia in lui nella scelta del materasso accettando i suoi consigli è direttamente responsabile della vostra soddisfazione in merito alla qualità del vostro riposo.

Un buon consulente, in base alla sua esperienza, difficilmente sbaglia consiglio ma nessuno è infallibile e la soggettività della scelta gioca un ruolo molto importante.

A volte può capitare di ordinare una misura non corretta. Più grande o più piccola delle dimensioni del proprio letto. Nessuna garanzia scritta vi tutela in questo senso, solo l’ intervento personale del venditore che si fa carico del materasso errato sostituendovelo con uno della misura corretta.

Anche in questo articolo ribadiamo come l’ importanza della scelta del giusto Venditore/Consulente sia  fondamentale per l’ acquisto del Giusto Materasso!

A presto!

Antonio Chimenti

 

“© www.materassoperfetto.com – tutti i diritti sono riservati vietata la riproduzione totale o parziale dei contenuti”

4 thoughts on “GARANZIA E POST VENDITA…Questi Temibili Sconosciuti

  1. Francesco

    Bell’articolo, complimenti.
    Mi permetto di aggiungere che bisogna anche distinguere fra “garanzia legale” e “garanzia convenzionale”.
    Come giustamente evidenziato, per legge i prodotti nuovi devono essere garantiti per 2 anni. E’ questa è la garanzia legale.
    Poi vi è la “garanzia convenzionale” del produttore, la quale è facoltativa e con le condizioni decise dal produttore.
    Quindi è sempre molto importante vedere a quali condizioni essa è stata data.
    Produttori poco seri potrebbero dare una garanzia convenzionale anche di 30 anni, ma con tante di quelle clausole da rendere praticamente impossibile richiedere la sostituzione del materasso. Questa tecnica viene spesso usata da chi non ha altre argomentazioni vere e proprie sul proprio prodotto.
    E’ importante quindi affidarsi ad aziende di primo livello che curino anche questo aspetto… meglio meno anni di garanzia ma con la certezza di ricevere assistenza, piuttosto che tanti anni dati solo per riempirsi la bocca con numeri…
    Un cordiale saluto.

    Reply
    1. Antonio Post author

      Grazie Francesco! Perfettamente d’ accordo con te.
      Anche le “clausole” della garanzia legale rendono inverosimili garanzie decennali.
      Infatti per tutelare l’ igiene sacrosanta degli operatori che dovrebbero intervenire su una riparazione
      rendono nulla la garanzia se il materasso presenta macchie o residui organici.
      Per quanto curiamo e proteggiamo il nostro materasso dopo 6-7 anni, considerando che ognuno di noi emette circa un terzo di litro di liquidi a notte,
      è abbastanza improbabile che i tessuti non presentino leggeri aloni o piccole macchie.
      Per cui come anche tu hai ribadito meglio pochi anni ma con una assistenza reale in presenza di difetto.
      Grazie per il tuo intervento, ciao!

      Reply
  2. Mike

    Buonasera,
    Argomento estremamente importante! Oltre al fatto che la durata della garanzia non è in alcun modo legata alla durata e alla qualità del prodotto, è doveroso segnalare che i rivenditori poco seri pongono un’infinità di cavilli per sottrarsi dagli interventi in garanzia. Uno degli espedienti più usati è chiedere al cliente di sostenere le spese di trasporto per inviare il Materasso alla sede del produttore per la riparazione, e per farlo tornare indietro. E’ evidente che il cliente dovrà rinunciare alla riparazione, perché i costi di spedizione sono troppo elevati.
    Morale: la garanzia è del tutto inutile se il rivenditore non è corretto.

    Reply
    1. Antonio Chimenti Post author

      Esatto Mike! Le stesse clausole che si nascondono dietro al “soddisfatti o rimborsati” ! La vera soddisfazione a costo zero per un cliente la può fare solo la serietà del venditore.
      Grazie per il tuo intervento! 😉

      Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *